11/01/2010 News dal territorio
La rassegna "Teatri di Pianura" propone "Il poema dei monti naviganti"
images.JPGRomanengo - Teatro Galilei
Sabato 16 gennaio 2010, ore 21,15
Da "La leggenda dei monti naviganti" (Feltrinelli Editore) di Paolo Rumiz
Attori che parlano come mappe geografiche, che percorrono chilometri di parole. Settemila, per l'esattezza, come quelli che lo scrittore giornalista Paolo Rumiz ha percorso sulla gobba montuosa della "balena-Italia" alla scoperta di un'Italia vitalissima, di cui però si parla poco. Un'Italia di valli senza elettricità, case cantoniere e bivacchi, caverne e santuari, luoghi dove ci si imbatte in grandi vecchi, in parroci bracconieri e musicanti. In scena due attori fra un labirinto di scale, Roberta Biagiarelli e Sandro Fabiani che interagiscono, rappresentando due diversi approcci a seconda delle circostanze. Nelle parole e nei corpi vivi degli attori, quelle migliaia e migliaia di chilometri di paesaggio, le decine di figure elaborate nella parola scritta di Rumiz diventano un grande e giocoso poema epico dei nostri giorni.